Obiettivo Segni

copertinasegni

Valeriano Valenzi e Stefano Biancone – fedeli entrambi al proprio tempo e ciascuno con la propria sensibilità  – ripercorrono puntualmente e senza retorica  gli eventi che portarono al concretizzarsi di uno dei momenti più discussi e drammatici della storia dei Monti Lepini : il bombardamento del 7 marzo del 1944 su Segni. I protagonisti sono le vittime, i documenti, le toccanti testimonianze dirette e indirette, e le fonti storiche, senz’ombra di dubbio. Ma i protagonisti veri e inconsapevoli di questo libro, sono anche gli aerei, i protocolli di volo, le procedure, e soprattutto: il “tempo”. Quelle stesse condizioni meteorologiche che in ogni epoca hanno condizionato l’evolversi di mitiche battaglie, e che decisero fatalmente della vita di 132 persone, numerosi feriti gravi, e dei loro familiari. In un passo si legge: [“Li vedemmo arrivare diciamo in direzione di Colleferro e girare sopra la stazione. Ma non bombardarono. All’improvviso virarono e si diressero verso di noi “. Da questo momento si sposta la linea del destino di 132 segnini, delle loro famiglie, dei loro amici, di una comunità intera che verrà lacerata da un martedì di sangue come non aveva mai visto]. Le cause di quell’assurda virata sono sviscerate nei minimi particolari in questo notevole saggio.

Alla fine del libro  il vero “obiettivo” raggiunto sarà: imprimere nella storia, nella carne, e nei cuori di un’intera comunità di concittadini, il segno fiero delle proprie radici.

Anno di uscita: 2016
Pagine: 122
Formato: 15×21
Prezzo: 15 euro
Isbn 9788898919093